La storia

Ospitalità dal 1899

Il Lido Palace venne aperto nel 1899 a Riva del Garda, il punto più pittoresco del Lago di Garda, in un’epoca in cui la regione del Trentino faceva parte dell’Impero Asburgico. L’idea era molto più che costruire un hotel: era anche un’ambiziosa sfida paesaggistica per trasformare Riva nella riviera privata del Kaiser.

La Belle Epoque e il Restauro

Durante la Belle Epoque, il Lido ospitò l’Arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono d’Austria, e la Granduchessa Olga Alexandrovna, sorella dello zar Nicola di Russia. Dopo la Prima Guerra Mondiale la regione passò all’Italia e il re Vittorio Emanuele e la regina Elena soggiornarono al Lido Palace nel 1921.

Tuttavia, negli anni Novanta l’hotel è caduto in declino. Nel 2000 abbiamo vinto il concorso per progettare il suo rinnovamento e i lavoro sono terminati nel 2011.

La riprogettazione è opera del premiato architetto Alberto Cechetto, docente alla IUAV, la facoltà di Architettura di Venezia, noto per i suoi ambiziosi progetti urbani. Nel 2012 Cechetto ha vinto il Premio Internazionale Ischia di Architettura con quest’opera.

Durante la Belle Epoque, il Lido ospitò l’Arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono d’Austria, e la Granduchessa Olga Alexandrovna, sorella dello zar Nicola di Russia. Dopo la Prima Guerra Mondiale la regione passò all’Italia e il re Vittorio Emanuele e la regina Elena soggiornarono al Lido Palace nel 1921.

Tuttavia, negli anni Novanta l’hotel è caduto in declino. Nel 2000 abbiamo vinto il concorso per progettare il suo rinnovamento e i lavoro sono terminati nel 2011.

La riprogettazione è opera del premiato architetto Alberto Cechetto, docente alla IUAV, la facoltà di Architettura di Venezia, noto per i suoi ambiziosi progetti urbani. Nel 2012 Cechetto ha vinto il Premio Internazionale Ischia di Architettura con quest’opera.

Prenotazione online
Miglior tariffa nel periodo
Ultime camere disponibili
Soggiorno minimo richiesto